Bucatini all’amatriciana

Bucatini all’amatriciana

Un grande classico della cucina romana, un primo piatto emblema della cucina italiana a base di bucatini, pomodoro, guanciale e pecorino. Le interpretazioni della ricetta originale sono varie ma prevedono principalmente proporzioni diverse tra questi quattro ingredienti principali. La pasta all’amatriciana è un primo semplice ed economico, dal successo garantito.

  • 320 g di bucatini (oppure spaghetti o spaghettoni)
  • 300 g di pomodori pelati (in stagione 4-5 pomodori rossi maturi)
  • 120 g di guanciale stagionato a fette spesse
  • 50 g circa di pecorino (delicato e non troppo salato) grattugiato
  • 1 peperoncino
  • 1/2 bicchiere di vino bianco secco e acidulo
  • olio extravergine di oliva
  • sale
  • pepe

I bucatini all’amatriciana sono un primo piatto tipico della cucina romana la cui ricetta ha, nel corso del tempo, accolto diverse interpretazioni nelle proporzioni e uso degli ingredienti che la compongono. A partire dallo spessore e dalla forma delle listarelle di guanciale, per esempio, o dal modo di soffriggerle (senza grassi, con olio o strutto) e di sfumarle (vino, aceto, o nessuno dei due); per arrivare poi alla scelta del formato di pasta, alla sua proporzione con la carne e all’impiego di un soffritto iniziale di cipolla o meno.

Tralasciando alcuni capisaldi come l’utilizzo del guanciale al posto della pancetta, ecco perché scrivere dell’amatriciana non è una questione così semplice.

Nella nostra versione della pasta all’amatriciana proponiamo l’utilizzo di bucatini, spaghetti o spaghettoni, di pomodori pelati o freschi e belli maturi, di un pecorino delicato e non troppo salato, infine peperoncino e vino bianco secco per completare.

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Hai appena aggiunto questo prodotto al carrello: